Da cosa nasce cosa.

di Paolo Cestari – Associazione Picchio Verde APS –

Personalmente sono sempre stato appassionato di natura e affascinato dalle sue piccole e grandi meraviglie. Per questo quando finalmente, all’inizio degli anni ’90, ho potuto realizzare il mio sogno di trasferirmi in una casa tra le viti, con annesso un bel pezzetto di terreno, a San Colombano al Lambro, mi sono dedicato con passione alla sistemazione del giardino: ho scelto con cura quali piante, quali arbusti, quali fiori mettere a dimora e con altrettanta attenzione dove metterli. Mi mancava solo un’dea: come utilizzare una piccola porzione di terreno larga circa due metri che si trovava proprio sotto la finestra della camera da letto.

Fortunatamente un amico, appassionato di acquariologia, mi è venuto in soccorso e mi ha suggerito:<< Perché non metti una piccola vasca con piante acquatiche e qualche pesce rosso? >> L’idea era ottima!. Perciò detto fatto: vasca presto sistemata – forse non proprio perfettamente in bolla – sistemati un po’ di carici e qualche iris, nella giusta posizione lungo i bordi, una ninfea e i pesci nell’acqua. Tutto perfetto: idilliaco.

Non avevo pensato però ad un particolare: in breve lo stagnetto fu colonizzato dalle rane verdi, simpatiche bestiole ma …. in concerto canoro continuo sotto la finestra della camera da letto.

Giorno e notte cra,cra,cra….ma a tutto ci si abitua ed ora non riuscirei più a dormire senza il loro simpatico gracidare. In compenso questi piccoli animali mi hanno svelato il loro mondo: li ho osservati spesso prendere il sole sul bordo della vasca o su una foglia di ninfea, tuffarsi nell’acqua nuotando nel loro modo caratteristico – a rana, appunto – e trovo sempre divertente vedere quanto i maschi riescano a gonfiare le loro guance, come fossero palloni, per attrarre le femmine. Così è nato il mio interesse per gli anfibi che ho potuto coltivare da pensionato, avendo più tempo a disposizione e diventando un socio volontario attivo dell’ Associazione Picchio Verde.

Dal 2018, quasi contemporaneamente, come volontari delle varie associazioni del territorio che hanno come obiettivo la salvaguardia delgli ambienti naturali, abbiamo iniziato ad occuparci di due progetti che coinvolgono il mondo degli anfibi: il monitoraggio della presenza del Tritone crestato e delle rane rosse nell’area del Parco della Collina di San Colombano e la creazione del “Giardino delle farfalle e delle libellule” in Val Panate, a San Colombano al Lambro.

Il monitoraggio iniziò in seguito alla segnalazione della presenza di Tritone crestato italico (Triturus carnifex) in una pozza situata nel comune di Miradolo Terme. Supportati dall’esperienza del dr. Vincenzo Ferri, Presidente dellla Commissione Corservazione di Societas Herpetologica Italica, iniziammo il controllo di pozze ed aree umide presenti nel Parco. Fu una bella scoperta poter osservare, oltre ai tritoni, sempre più rari nella Pianura Padana, numerosissime ovature di due specie di rane rosse, Rana dalmatina e Rana latastei, la seconda particolarmente interessante perchè endemica ed anch’essa ormai assai poco comune.

Il progetto del “Giardino delle farfalle e delle libellule” invece partì senza avere, apparentemente , un legame con il mondo degli anfibi. Il Comune di San Colombano offrì al Picchio Verde la gestione di un terreno di pubblica proprietà e l’Associazione propose la creazione di habitat specialmente dedicati alla conservazione e riproduzione di farfalle e libellule. Per questo, nella parte alta dell’area concessa in gestione, più arida e assolata, sono stati messi a dimora arbusti ed erbe con fioriture adatte ad attrarre le farfalle, mentre nella parte bassa sono stati scavati due piccoli stagni, alimentati da una risorgiva già presente, per per creare un ambiente idoneo alle libellule.

Gradita sorpresa è stata trovare da subito negli stagni le ovature di rane rosse che oramai avevamo imparato a riconoscere negli stagni di Miradolo.

Paolo Cestari Vincenzo Ferri c/o la sorgiva dei Tritoni -AREN di Miradolo Terme- 2019

Come si dice: da cosa nasce cosa, ed è stato così che è nata la curiosità di esplorare altre vallette della Collina alla ricerca di piccole zone umide. Ci hanno accompagnato spesso esperti erpetologi che hanno riconosciuto la collina di San Colombano come una delle zone di maggiore interesse per la tutela delle popolazioni di anfibi in Lombardia. Questo riconoscimento ci ha permesso di proporre il PLIS della Collina di San Colombano come candidato al bando LIFE 2020 per il finanziamento di un progetto che prevedeva la realizzazione di nuove pozze e piccoli stagni. Il finanziamento è stato ottenuto e la realizzazione delle progetto presentato è stata completata nell’inverno 2020-21.

Di strada ne è stata fatta, da un semplice interesse personale ad un progetto di studio, monitoraggio e difesa degli anfibi e del loro territorio, portato avanti insieme ad amici appassionati volontari e sempre supportati da esperti naturalisti specialmente competenti.

Ma perchè fermarci qui? Vogliamo andare avanti, con la speranza di riuscire ad ottenere per la Collina il riconoscimento di Sito di Interesse Comunitario. Un sogno? Forse, ma siamo convinti che ci siano tutte le premesse perchè diventi realtà!

L’associazione Picchio Verde
intende adottare ogni iniziativa diretta alla sensibilizzazione, comunicazione sulle tematiche ambientali e alla tutela della natura per una convivenza pacifica e rispettosa del territorio.

Il motto della associazione è una frase di Guglielmo D’Orange che dice: «Non è necessario sperare per intraprendere, né avere successo per perseverare» per sottolineare che ogni azione intrapresa non è detto debba avere un successo immediato, infatti ci vuole tempo e molto per raggiungere un obiettivo, importante è non demordere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: